Cosa vedere

Torre Aquisana e Corte Aquisana nel quartiere medioevale di Petraia costituiscono il nucleo storico medioevale dell’abitato di Casciana.
La corte di Aqui è attestata per la prima volta in una carta del 1024, con funzione di centro organizzativo e direzionale per lo sfruttamento agricolo del territorio circostante. La Torre aveva invece anche valenza difensiva, come struttura di avvistamento, forse in collegamento visivo col vicino castello di Vivaia. Intorno gli edifici rivelano ancora le strutture originarie in pietra e laterizio del borgo medioevale.


Chiesa di Santa Maria Assunta – piazza Garibaldi, 2 – Tel. 0587 64.62.39
L’aspetto attuale della chiesa deriva dalla ricostruzione del XIX secolo, ma la troviamo nominata per la prima volta in un documento ecclesiastico dell’anno 840. All’interno pregevoli:  l’opera del Passignani,  La Madonna del Rosario con ritratti  della famiglia Sancasciano (tardo cinquecento) e la Madonna col Bambino o “Madonna delle grazie”, dipinta  dal Maestro di San Torpè (1300). Notevole, un Fonte Battesimale del XV secolo.
 
Chiesa di San Martino in Petraia – piazza San Martino
La chiesa, che custodisce l’immagine taumaturgica del S.S. Crocifisso, risale alla fine del 1500 ed è diventata “Santuario” nel 1963. L’autore della scultura è ignoto, si conoscono solo le iniziali, S.L., scolpite in un femore.
L’immagine è particolarmente cara ai cascianesi che ne celebrano la Festa il 3 maggio, con cerimonie religiose, sfilate e tornei fra i rioni del paese.

Oratorio della Madonna dei Sette Dolori
Costruzione anteriore al IX secolo. Costituiva un centro di raccolta per i pellegrini durante le crociate. Attiguo, esisteva uno spedaletto, detto di S. Bartolomeo. Patrimonio artistico di questa chiesa sono due opere di autori famosi. La prima spetta a Giunta Pisano e a Bartolomeo da Ceppato, la seconda (misteriosamente scomparsa) è attribuita alla scuola di Benozzo Gozzoli.

LO STABILIMENTO TERMALE
L´acqua termale di Casciana è denominata Acqua Mathelda, sgorga dalla sorgente ad una temperatura costante e naturale di 35,7°c.
Le Acque appartengono alla famiglia delle bicarbonato solfato calciche, con un contenuto di sali minerali naturali miscelati in modo tale da distinguersi per la loro peculiarità ed  efficacia. Impiegata da sempre per combattere le artrosi, i reumatismi e la sciatica, con il passare degli anni ha visto allargare i suoi impieghi nelle moderne terapie di riabilitazione motoria, nelle cure cardiovascolari  e in quelle inalatorie. Il fango terapeutico immerso per lungo tempo nell’acqua termale ne acquisisce i suoi pregi e i suoi contenuti.
La sua composizione, particolarmente ricca di sali e di anidride carbonica, stimolano la dilatazione dei vasi sanguigni provocando un aumento del ritmo venoso e un miglioramento generale della circolazione.
Esercitano un’azione fortemente rilassante e naturale che le rende interessanti e preferibili per chi cerca, sfuggendo ai problemi determinati dalla vita quotidiana.
All’interno dello stabilimento termale troviamo il centro benessere per il completo relax facendosi coccolare con i numerosi trattamenti viso e corpo, consigliati ed effettuati da personale altamente qualificato.
La grande piscina termale esterna è ricca delle più prodigiose tecnologie che permettono di trascorrere intere giornate alternando immersioni, al piacere di sdraiarsi sulla morbida erba del parco che la circonda.
500 metri quadri di acqua termale continuamente rinnovata e la sua profondità costante di 1,30 metri, sono il luogo ideale per singoli, coppie o intere famiglie, anche perché il mite clima di Casciana e la leggera brezza estiva consentono di rilassarsi completamente o semplicemente di abbronzarsi distesi su comodi lettini.
Si tratta di una vera e propria balneoterapia che insieme alla possibilità di godere di un ambiente rilassante serve a prevenire le tipiche affezioni della terza età, creando un rapporto migliore con il proprio corpo e la propria mente.
La piscina termale interna coperta è in via prevalente destinata all’attività altamente professionale di riabilitazione motoria, organizzata in piccoli gruppi e sotto lo sguardo vigile dei terapisti della riabilitazione.

Inserite in una Villa padronale del 1700 ed accanto allo stabilimento termale, sono le Terme Villa Borri, un vero e proprio gioiello, che va ad aggiungersi alle molteplici proposte delle Terme di Casciana.
Terme Villa Borri è una vecchia casa padronale del settecento restaurata con grande raffinatezza, senza alterarne le dimensioni e le caratteristiche originali, ricca di suggestioni, caratterizzata da elementi di grande innovazione e qualità. Si può definire la prima vera “beauty farm in Toscana” poiché trattasi realmente di una vecchia fattoria con la casa padronale in cui sono collocate le vecchie Case, oggi splendide residenze per una clientela esigente che ama la Toscana.
Si accede al Centro Benessere Termale ubicato all’interno della villa percorrendo in accappatoio semplicemente pochi metri nel parco privato che raccoglie l’intero complesso. I suoi dodici camerini di trattamento sono esclusivi ed unici con affreschi dell’epoca, in cui sono state sapientemente recuperate le originali pitture su calce, con gli ampi spazi che ne fanno delle vere e proprie suite termali.
Particolarmente ricco di emozioni e suggestioni è il percorso termale di Terme Villa Borri, adiacente al centro benessere, nella costruzione che un tempo ospitava il vecchio frantoio della fattoria, fatto di piscine, bagno turco (hammam), piscina del sale, docce emozionali e il vecchio lavatoio ove scorre acqua termale fluente.
(http://www.termedicasciana.com ) – Tel. 0587-644608 – fax 0587-644673
(http://www.termevillaborri.com )    – Tel. 0587-644644 – fax 0587-644630


Il Gran Caffé delle Terme
Con dipinti in stile Neoclassico e Liberty. Luogo molto elegante e raffinato, arredato con mobili in stile.
Il ristorante interno ha un menù ricco ed invitante, e una prestigiosa carta dei vini. Sono serviti solo i più squisiti e pregiati prodotti locali, rigorosamente di stagione.


Via Roma: Il Campanile
Il primo disegno del Campanile, eseguito dall’Arch. Bellincioni, fu realizzato a partire dal 1907. L’opera, rimasta incompiuta per circa 20 anni, fu ripresa nel 1925 e continuata secondo il progetto modificato dagli Ingg. Severini e Buoncristiani. Realizzata in laterizi e travertino locale è dedicata alla memoria dei caduti militari e civili delle guerre mondiali del secolo scorso.

Villa Prato-Lami
Costruita nel 1803 come riporta la scritta sul frontone, la facciata e molte altre sale interne sono affrescate. La villa è arredata con mobili d’epoca, stampe e dipinti di valore. La grande cucina retrostante conserva stoviglie in rame. Nel parco della villa si trova una cappellina affrescata (proprietà privata).

Via del Botro
Una delle vie più suggestive di Casciana, lungo il muretto che delimita il parco della villa Prato-Lami, con splendida vista sulla villa e l’apparire della Torre Aquisana tra i rami degli olivi.
Sull’altro lato il parco dell’Hotel Villa Margherita. In fondo piazza e chiesetta di San Martino.


Piazzetta del Mercato Vecchio
Un altro tra gli scorci più belli di Casciana. Una piazzetta raccolta e silenziosa. Fra i banchi in pietra del vecchio mercato, attorno alla fontana in ghisa, pare ancora di udire il richiamo dei venditori di erbe e prodotti della campagna.